nero buono

Consultalo in:    

Igt

Lazio Rosso

Varietà

Nero Buono

Clima e terreno

I vigneti sono localizzati nelle campagne di Cori, alle pendici dei Monti Lepini, sotto l’influenza delle correnti marine che giungono dal litorale Laziale. Questo garantisce estati calde ed asciutte seguite da autunni freschi e ventilati, con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte durante il periodo di maturazione delle uve. I terreni, di origine vulcanica, sono argillosi di medio impasto, con un equilibrato apporto di sostanze nutritive, che consentono lo sviluppo di una viticoltura di qualità

 

Vigneto

Il Nero Buono, antichissimo vitigno tipico del territorio del comune di Cori, da sempre coltivato nei nostri vigneti, negli ultimi anni è stato oggetto di studi che ne hanno valorizzato le caratteristiche organolettiche, facendolo riscoprire al pubblico come un grande tesoro rimasto per secoli all’oscurità, ma che, come tutte le piccole produzioni ha sempre qualcosa di nuovo da dimostrarci. Così questo nostro vitigno, unico nel suo genere è stato per noi fonte di ispirazione per il recupero ed il rilancio della produzione territoriale, nonché esempio della qualità che il nostro territorio è in grado di offrire. I nostri vigneti sono coltivati a controspalliera con potatura a guyot semplice. Il vigneto di nuova concezione conta 4500 ceppi per ettaro con una produzione di 1,5 kg di uva per pianta. Nella gestione sono previsti prima diradamento dei germogli e poi dei grappoli, mentre trattamenti e concimazioni seguono la filosofia dell’agricoltura a basso impatto ambientale. La raccolta avviene a perfetto raggiungimento della maturazione delle uve che mediamente avviene per la prima decade di ottobre.

Vinificazione ed invecchiamento

Le uve sono raccolte a mano, tempestivamente pigiate e inoculate con lieviti selezionati. La vinificazione avviene ad una temperatura di 25 °C, la macerazione con rimontaggi alternati a delestage si protrae per la durata della fermentazione alcolica. Successivamente alla svinatura viene attuata fermentazione malolattica. Il vino nuovo viene poi affinato per il 70% in barriques nuove e di secondo passaggio e il resto affina in acciaio in ambiente riducente sulle proprie fecce, attuando mensilmente movimentazione della massa. Dopo l’assemblaggio il vino viene lasciato affinare per 1 mese in acciaio in vasche. L’imbottigliamento non è preceduto da filtrazione, il vino imbottigliato affina per almeno 3 mesi prima di essere commercializzato.

Caratteristiche organolettiche

Colore rosso violaceo intenso; profumo di piccoli frutti neri anche in confettura, le note speziate ricordano il pepe nero e i chiodi di garofano, al gusto è morbido e allo stesso tempo potente pur non mancando di una grande eleganza.

Abbinamento

Ideale per accompagnare la cucina tipica Laziale: pollo alla cacciatora, abbacchio, coda alla vaccinara, trippe e polenta con le spuntature.

Temperatura di servizio consigliata: 18°C.

Dati Analitici

Alcool: 13,5% vol - Acidità totale: 5,2 g/L - pH: 3,60 - Zuccheri: 3 g/L